“Piglierà il primo volo il grande uccello […] empiendo l’universo di stupore, empiendo di sua fama tutte le scritture e gloria eterna il nido dove nacque.” Così Leonardo da Vinci celebrava il mistero del volo, un mistero che lo affascinò per tutta la vita.
Con le sue stesse parole, a cinquecento anni di distanza dalla morte, vogliamo introdurre questo omaggio musicale al mistero del suo immenso genio e ai suoi “voli”. Leonardo fu ingegno totale e la musica non sfuggì ai suoi interessi, alle sue speculazioni teoriche, alle sue rappresentazioni pittoriche. Lo celebreremo con cinque appuntamenti, tre dei quali – in collaborazione con la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado – preludieranno alla rassegna rivisitando aspetti diversi dell’arte e della biografia leonardesca: il letterato autore dell’immaginifico Bestiario, la musica nella Milano di Leonardo e infine i “musici” di Leonardo, con Gaffurio e i Maestri di Cappella del Duomo. Ritroveremo Leonardo col Da Vinci Project e, successivamente, con un appuntamento dedicato alla voce e al liuto nella Milano leonardesca.

Nel solco della tradizione del festival, diversi sono i temi conduttori. Ascolteremo in prima assoluta l’esecuzione in tempi moderni dei Quartetti di Carlo Monza e i quartetti “milanesi” di Mozart, nell’interpretazione di Europa Galante, diretta da Fabio Biondi. Ricca anche la presenza di nuovi artisti, invitati per la prima volta, come il Coro Internationale Bachakademie di Stuttgart che proporrà i Mottetti di J. S. Bach, l’Estonian Philharmonic Chamber Choir con un concerto dedicato ad Arvo Pärt, l’Orchestra Theresia, che durante il concerto di Ferragosto eseguirà musiche di Kraus e Haydn, e Al Ayre Español, con un programma haendeliano.
Accanto ai nuovi ospiti, si rinnova la presenza di artisti di rilievo internazionale ben noti ai nostri spettatori, tra cui l’Accademia Bizantina che inaugurerà la rassegna con Ottavio Dantone, e la musica di Vivaldi, Händel, Scarlatti e Bach, il Giardino Armonico, il violoncello di Christophe Coin, i clavicembali di Robert Hill e Bob Van Asperen. Händel e Vivaldi torneranno nell’interpretazione dell’Ensemble Zefiro, mentre Gianluca Capuano e Il canto di Orfeo concluderanno la rassegna con lo Stabat Mater di Domenico Scarlatti

Maurizio Salerno

Direttore Artistico
Milano Arte Musica
organetto Leonardo da Vinci

SULLE NOTE DI LEONARDO

15-16-17 giugno 2019
21 luglio 2019
1 agosto 2019

Appuntamenti dedicati alla celebrazione
del 500° anniversario
della morte di Leonardo da Vinci

SCOPRI
fabio biondi violino

CONCERTI

dal 15 giugno al 22 agosto 2019

23 appuntamenti con i più grandi nomi del panorama barocco-rinascimentale

SCOPRI
clavicembalo

PRIMA ESECUZIONE MODERNA

25 luglio 2019

Prima esecuzione in tempi moderni
dei Quartetti di Carlo Monza
a cura di Europa Galante e Fabio Biondi

SCOPRI